Apparecchi per Magnetoterapia: Non sono tutti uguali

Gli apparecchi per Magnetoterapia a Noleggio non sono tutti uguali.

Bisogna orientarsi su dispositivi all’avanguardia, professionali e saper distinguere tra Magnetoterapia e Magnetoterapia CEMP, apparecchiature che utilizzano campi magnetici a bassa frequenza (ELF) ed alta intensità da quelli ad alta frequenza e bassa intensità.

Alta e bassa frequenza sono indicate per il trattamento di disturbi e patologie differenti.

I campi elettromagnetici pulsati (CEMP) a bassa e ad alta frequenza, oggetto di studi da molti anni, si sono dimostrati i più efficaci nel combattere molte patologie. Vengono generati da apparecchi che consentono al paziente di introdurre la parte del corpo da trattare all’interno di un circuito conduttore solenoidale percorso da corrent nonostante questo alcuni si chiedono ancora se la magnetoterapia funziona veramente.

Prima ancora di decidere di recarsi presso un centro fisioterapico specializzato, un ambulatorio oppure, per maggiore comodità, di ordinare il Noleggio di Magnetoterapia CEMP, è importante chiedere il parere del tuo medico il quale conosce perfettamente la tua storia clinica, il tuo stato di salute attuale, stile di vita, patologie di cui soffri e, quindi, le tue necessità.

I consigli del medico ti permetteranno di orientarti verso uno specifico dispositivo di Magnetoterapia in Noleggio e soltanto dopo potrai confrontare costi, prezzi, marche e caratteristiche per andare a colpo sicuro.

Chi soffre di dolori cronici o deve affrontare lesioni o patologie importanti necessita di dispositivi di ultima generazione, i più efficaci, da applicare per diverse ore al giorno, anche di notte in totale sicurezza, e da portare in viaggio per effettuare un trattamento costante e quotidiano.

Dispositivi evoluti e certificati come I-Tech MAG2000 sono potenti e, allo stesso tempo, compatti, leggeri e maneggevoli, estremamente portatili, facili da usare, programmati per ogni tipo di patologia.

Magnetoterapia e  CEMP: differenza

La Magnetoterapia statica si riferisce all’utilizzo di campi magnetici costanti che sfruttano l’uso di magneti permanenti (le calamite comuni). Per questo tipo di terapia, non esiste una bibliografia che giustifichi il suo impiego in ambito medico-fisioterapico.

La Magnetoterapia CEMP si basa su un meccanismo diverso.

CEMP è l’acronimo di Campi Elettro Magnetici Pulsati. Quando si parla di Magnetoterapia a bassa o alta frequenza, i sinonimi di CEMP sono CMP (Campi Magnetici Pulsati), PEMF (Pulsed Electromagnetic Fields) oppure EMF (Electro Magnetic Fields).

Tutti questi sinonimi indicano la netta distinzione tra campi elettromagnetici ‘pulsati’ e campi magnetici costanti (ovvero la Magnetoterapia statica con cui si applicano magneti sulla zona da trattare).

In sostanza, l’efficacia della Magnetoterapia si basa sulla pulsazione del campo elettromagnetico, attivato e disattivato in rapida sequenza intermittente.

E’ il meccanismo della pulsazione, della sequenza di campi elettromagnetici a stimolare la cellula ed a favorirne la rigenerazione.

Differenza tra alta e bassa frequenza

Un apparecchio di Magnetoterapia CEMP riesce a trattare i più svariati disturbi e patologie grazie all’impostazione della frequenza (delle pulsazioni), intensità e tempo di applicazione. Questi tre parametri devono essere calibrati e personalizzati a seconda della problematica su cui intervenire, delle caratteristiche e necessità di ogni paziente. Innanzitutto, bisogna distinguere tra fenomeni acuti e temporanei (ad esempio la contrattura muscolare) e patologie croniche.

Qual è la differenza tra alta frequenza e bassa frequenza?

I campi magnetici pulsati a bassa frequenza ed alta intensità (per penetrare efficacemente) variano da 10 a 200 hertz con densità di flusso da 40 a 300 Gauss. Stimolano l’attività biologica dei tessuti contribuendo alla loro naturale rigenerazione.

La terapia a bassa frequenza, applicabile anche in presenza di tutori o gesso, risulta particolarmente utile per trattare osteoporosi, traumi ossei, recupero post operatorio per impianti protesici, osteonecrosi, fratture recenti e ritardi di consolidamento in quanto favorisce la calcificazione ossea (osteogenesi).

Principalmente, è indicata per i trattamenti a carico dei tessuti duri (ossa, articolazioni) ma risulta efficace anche in caso di lesioni cartilaginee, cervicalgia, distorsioni, contratture muscolari, dolori lombo-sacrali, reumatici e muscolari, artrosi, pseudoartrosi, artriti, alfodistrofia, epicondilite, epitrocleite. Risulta efficace anche nel trattamento dei tessuti molli, ferite cutanee, infezioni e infiammazioni.

Più bassa è la frequenza, maggiore sarà la capacità di penetrazione e di cura.

Le onde elettromagnetiche ad alta frequenza (o radiofrequenza) e bassa intensità utilizzano frequenze radio da 18 a 900 MHz in brevi impulsi, con frequenza regolabile. Svolgono un’azione antinfiammatoria e antidolorifica (stimolano la produzione di endorfine). Questa terapia serve a migliorare la circolazione arteriosa, ridurre edemi e infiammazioni, trattare patologie a carico dei tessuti molli (muscoli, tendini, cartilagini), cicatrizzazioni.

Per agire efficacemente, è necessario un programma personalizzato, su misura del paziente (frequenza, intensità, Gauss, numero di sedute, durata) in base alla patologia.

I benefici della CEMP

Efficace, sicura, silenziosa e non invasiva, la Magnetoterapia C.E.M.P. utilizza un’apparecchiatura cilindrica (solenoide) che genera campi elettromagnetici pulsati. Per la biostimolazione elettromagnetica delle cellule, può sfruttare campi magnetici sia a bassa frequenza sia ad alta frequenza in base alla patologia da trattare.

Svolge diverse azioni:

  • Antinfiammatoria;
  • Antidolorifica (stimolando la produzione di endorfine);
  • Antiedemigena (combatte il gonfiore);
  • Migliorando il metabolismo e ristabilendo l’equilibrio fisiologico delle cellule, contribuisce alla rigenerazione dei tessuti e favorisce la guarigione. Calcifica le fratture accelerando i tempi nel consolidamento osseo (osteogenesi) e nella cicatrizzazione;
  • Rilassante e decontratturante;
  • Antiossidante;
  • Stimolante in quanto incrementa il flusso sanguigno locale;
  • Rinforzante in quanto potenzia le fibre muscolari aumentando forza esplosiva, velocità e resistenza. Ecco perché è utilizzata anche dagli sportivi. Rinforza anche le difese immunitarie.

Nell’ambito della Magnetoterapia, apparecchi in noleggio come MAG2000 per uso domiciliare hanno la stessa efficacia di quelli utilizzati in ambulatorio. Le potenze erogate sono le stesse.

Caratteristiche da valutare

L’efficacia di un apparecchio per Magnetoterapia CEMP dipende da determinati fattori:

  • Applicatori vestibili al massimo per garantire un contatto ideale tra la sorgente di emissione e la pelle del paziente allo scopo di garantire l’intensità adeguata. Un applicatore valido e molto versatile è quello costituito da due o tre solenoidi inseriti all’interno di fasce elastiche, flessibili e regolabili, da avvolgere attorno al ginocchio o al polso;
  • Il maggior numero di Programmi per impostare automaticamente intensità e frequenza a seconda delle diverse patologie.
  • Potenza emessa dall’apparecchio misurata in Gauss. Una potenza elevata fornisce una maggiore robustezza al dispositivo che, in tal modo, garantirà risultati efficaci e stabili nel tempo oltre alla possibilità di coprire l’intera lista di programmi per cui l’apparecchio è stato programmato.

L’apparecchio proposto in Noleggio di Magnetoterapia CEMP è facile da usare.

La confezione include le istruzioni per l’uso domiciliare ma, all’atto della consegna, un nostro tecnico qualificato telefonicamente ti fornirà tutte le informazioni necessarie per utilizzarlo al meglio. Per un trattamento personalizzato, il tecnico ti consiglierà le impostazioni e una programmazione adeguata alla patologia da trattare (inclusi numero di sedute e durata di ciascuna). Al termine della seduta, il dispositivo si spegnerà da solo.

 Prenota ora la tua magnetoterapia

2 commenti su “Apparecchi per Magnetoterapia: Non sono tutti uguali”

  1. Articolo abbastanza esaustivo. Pro’ non mi e’ ben Chiara ancora la differenza tra’ magnetoterapia CEMP e quella I-ONE. La seconda e’ più consigliabile in caso di edema osseo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su